CAB: L’incubatore di Arte & Benessere

Lifeclass in collaborazione con Moreno Panozzo realizzano un nuovo modo di intendere il benessere

CAB è un progetto Lifeclass in collaborazione con il famoso artista Moreno Panozzo che ha suscitato ernorme interesse alla Milano Design Week del 9-14 Aprile 2013.

Quest’oggetto simbolo di un cambiamento epocale si esibisce non solo come arte in sè ma anche come contenitore di opere e benessere grazie allo stile della Linea Benessere Lifeclass.

CAB

Categorie Progetti Speciali
Data 04/2013
Luogo Milano (Italy)

Il nuovo modo di intendere il benessere.

I progetti speciali Lifeclass si ispirano a wellness e arte, facendo dell’originalità il valore delle proposte Lifeclass. Questo filone si arricchisce di una realizzazione unica quale è CAB, contenitore di arte e benessere, presentata alla Milano Design Week 2013. Il concept rivoluzionario di Moreno Panozzo porta l’essenza del viaggio nell’esperienza di benessere totale dell’uomo, sempre più armonia tra mente, corpo e spirito.

CAB (Container Arte Bien-Être) è il termine coniato da Lifeclass idealmente per sostituire il concetto di SPA, sigla dall’incerta etimologia che si fa risalire al latino Salus Per Aquam, ad indicare il benessere che viene dai trattamenti con acqua e vapore. Concetto ancora valido, naturalmente, che si arricchisce oggi della valenza dell’arte, come stimolo sensoriale capace di aggiungere il piacere estetico all’idea di benessere totale della persona.

CAB nasce come progetto speciale di Lifeclass per il wellness, e dalla collaborazione con Moreno Panozzo, artista eclettico che trasporta la sua cifra personale su questo contenitore di benessere, che è esso stesso arte. Il concept è stato lanciato e proposto al pubblico dalla ribalta più prestigiosa per il design internazionale, la Milano Design Week 2013, destando interesse e approvazione da parte dei professionisti.

Con CAB, il container industriale diventa molto più che semplice casa mobile. Porta in sé tutta la valenza del recupero, inteso come esperienza vissuta e trasmessa: oggetto-simbolo di un cambiamento epocale, dato che ha rivoluzionato l’intero mondo del trasporto globalizzato, il container utilizzato in questo caso era un vero elemento industriale, che ha viaggiato per miglia e miglia attorno al mondo, poi dismesso e recuperato per essere trasformato in oggetto d’arte, e contaminare così il mondo del wellness in modo inedito.

Il viaggio reale, compiuto dal parallelepipedo metallico nella sua prima vita, si trasferisce come significato esistenziale in questo oggetto, oggi arte e scrigno di benessere. È questo il senso dell’intervento artistico di Panozzo, da sempre affascinato dal tema del viaggio, che declina nella produzione di molti oggetti per il viaggiatore e per l’uomo che ricerca il benessere (dalle borse agli accessori per la sauna). Dopo il viaggio alla ricerca di paesi lontani, l’uomo ora compie un viaggio di ricerca dentro di sé, alla scoperta di un’unità di corpo, mente e spirito che è l’essenza e il premio ultimo del benessere.

Ti è piaciuto quello che hai visto?

Contattaci